TORNA INDIETRO
aggiornato il 15 Gennaio 2021

Zona bianca, gialla, arancione, rossa

Aggiornato al 15 gennaio 2021

A seguito degli ultimi aggiornamenti normativi si pubblica una sintesi delle norme per l’Oratorio.

Con il Dpcm del 14 gennaio 2021 vengono confermate ed aggiornate le norme per il contenimento della diffusione del Virus Covid-19.

Tali norme rimangono in vigore da sabato 16 gennaio a venerdì 5 marzo 2021 ed intendono orientare la situazione almeno fino alla conclusione del mese di aprile.

Inoltre l’Ordinanza del Ministero delle Salute del 15 gennaio 2021 prevede che la Lombardia sia ZONA ROSSA da domenica 17 gennaio fino a nuova comunicazione.

Di seguito trovate una sintesi delle norme vigenti a seconda delle diverse distinzioni di “zona”.

Il passaggio da una zona all’altra viene normalmente comunicato il venerdì ed entra in vigore la domenica successiva.

Dato il protrarsi dell’emergenza sanitaria, è bene calendarizzare la celebrazione dei sacramenti (prime comunioni, cresime, prime confessioni, matrimoni…), programmando tali celebrazioni in modo da rendere possibile l’organizzazione delle famiglie. È presumibile che le presenze contingentate dei fedeli nelle nostre chiese durerà ancora per molti mesi.

In particolare per il sacramento della Cresima trovate indicazioni specifiche nell’allegato a questi aggiornamenti.

 

Per tutti gli altri aspetti che concernono la vita oratoriana ecco le indicazioni:

 

1. Zona Rossa (da domenica 17 gennaio 2021)

 

  • Coprifuoco dalle 22 alle 5: le azioni liturgiche dovranno essere concluse in modo da consentire il rientro presso il proprio domicilio dei partecipanti entro le ore 22.
  • Coro: è possibile composto da non più di 3 persone.
  • Processioni, manifestazioni non statiche, fiaccolate: non sono possibili.
  • Altre attività parrocchiali, di oratorio e catechesi: sono sospese.
  • Attività educativa per minori: possibile per la fascia prima elementare – prima media. Sono sospese le gite.
  • Bar dell’oratorio: Il servizio bar, il servizio ristorazione e di asporto sono sospesi.
  • Attività sportiva: è vietata ogni tipo di attività sportiva in ambiente chiuso (sport, ginnastica, ballo, etc.) e negli spazi aperti dell’oratorio.
  • Attività teatrale o spettacolare: sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico e restano chiuse le sale della comunità e cinematografiche.
  • Feste, sagre e mercatini: sono vietati
  • Pernottamenti e campi invernali: non sono consentiti.
  • Concessione di spazi: non consentita.

 

2. Zona bianca

 

Tutte le attività si svolgono nel pieno rispetto dei protocolli vigenti. In particolare sottolineiamo che:

• La celebrazione della Santa Messa avviene secondo i protocolli vigenti, con il numero di fedeli contingentato a misura di distanziamento interpersonale e con il limite dei 200 posti.

• Le attività dell’oratorio ripartono con il pieno rispetto dei protocolli vigenti (vai alla sezione protocolli del sito, cliccando QUI).

• L’attività sportiva è possibile nel rispetto dei protocolli.

 

4. Zona Gialla 

 

  • Coprifuoco dalle 22 alle 5: le attività parrocchiali (comprese le azioni liturgiche) dovranno essere concluse in modo da consentire il rientro presso il proprio domicilio dei partecipanti entro le ore 22.
  • Coro: è possibile con le opportune e stringenti misure di prudenza e distanziamento.
  • Processioni, manifestazioni non statiche, fiaccolate: non sono possibili.
  • Presepi viventi: non sono consentiti.
  • Apertura dell’oratorio: sono possibili l’apertura del cortile (con adeguata custodia), l’accesso al bar e l’accesso per incontri o riunioni definite, come da indicazioni riportate (protocollo Cortile aggiornato).
  • Riunioni e incontri: Le riunioni e gli incontri possono essere effettuati se necessari alla vita delle comunità parrocchiali (si veda Protocollo aule). Non servono autocertificazioni per gli spostamenti. È bene comunque privilegiare, ove possibile, le modalità a distanza.
  • Catechesi: possono riprendere i cammini di catechesi in presenza per bambini, ragazzi e adolescenti e i ritiri, nella logica dei protocolli già forniti (si veda protocollo aule). Si raccomanda attenzione alle situazioni di accesso e uscita dei ragazzi. Gli incontri di catechesi e ritiri dei genitori/adulti in presenza devono essere il più possibile limitati.
  • Attività educativa per minori: può essere svolta per tutti i minori (bambini, ragazzi, adolescenti), anche in forma di laboratori, nella logica del distanziamento, dei piccoli gruppi e secondo i protocolli già in essere. Si possono mettere a disposizione stanze, opportunamente organizzate e con postazioni distanziate, per lo studio (si veda protocollo aule).
  • Attività sportiva: “Le attività motorie e di sport di base possono essere svolte presso centri e circoli sportivi esclusivamente all’aperto senza l’uso degli spogliatoi, fermo restando il rispetto del distanziamento sociale e senza alcun assembramento. Pertanto, sempre all’aperto, sarà possibile solo svolgere a livello individuale gli allenamenti e le attività sportive di base, che il decreto del ministro dello sport del 13 ottobre 2020 individua fra gli sport da contatto. Gli allenamenti per sport di squadra, parimenti, potranno svolgersi in forma individuale, all’aperto e previo rispetto del distanziamento”.
  • Attività teatrale o spettacolare: sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico e restano chiuse le sale della comunità e cinematografiche.
  • Feste, sagre, pesche e mercatini: sono vietati.
  • Bar dell’oratorio: è consentita l’attività di ristorazione e bar (nella logica del protocollo bar) fino alle 18. Dopo tale orario e, comunque entro le 22, è possibile l’attività di asporto o consegna a domicilio. I bar dei circoli rimangono chiusi.
  • Gite, pernottamenti e campi invernali: vietati fuori dal territorio regionale, in ogni caso sconsigliati.
  •  Concessione di spazi: possibile la concessione di stanze per riunioni inderogabili, non possibile la concessione per feste o incontri non necessari.

 

3. Zona Arancione 

 

  • Coprifuoco dalle 22 alle 5: le attività parrocchiali (comprese le azioni liturgiche) dovranno essere concluse in modo da consentire il rientro presso il proprio domicilio dei partecipanti entro le ore 22.
  • Altri spostamenti da fuori Comune per quanto riguarda attività di culto, parrocchiali o oratoriane in genere non sono consentite.
  • Coro: è possibile composto da non più di 3 persone.
  • Processioni, manifestazioni non statiche, fiaccolate: non sono possibili.
  • Apertura dell’oratorio: rimane sospesa la libera frequentazione, possibile l’accesso per incontri o riunioni definite, come da indicazioni riportate (protocollo Cortile aggiornato). Non è possibile la partecipazione da parte di persone fuori comune.
  • Riunioni e incontri: le riunioni e gli incontri possono essere effettuati se necessari alla vita delle comunità parrocchiali. Lo spostamento dei partecipanti all’interno del comune di residenza è consentito. È bene comunque privilegiare, ove possibile, le modalità a distanza. (si veda Protocollo aule).
  • Catechesi: possono riprendere i cammini di catechesi in presenza per bambini, ragazzi e adolescenti e i ritiri, nella logica dei protocolli già forniti (si veda protocollo aule). Si raccomanda attenzione alle situazioni di accesso e uscita dei ragazzi. Gli incontri di catechesi e ritiri dei genitori/adulti in presenza devono essere il più possibile limitati.
  • Attività educativa per minori: può essere svolta per tutti i minori (bambini, ragazzi, adolescenti), anche in forma di laboratori, nella logica del distanziamento, dei piccoli gruppi e secondo i protocolli già in essere. Si possono mettere a disposizione stanze, opportunamente organizzate e con postazioni distanziate, per lo studio (si veda protocollo aule).
  • Attività sportiva: “Le attività motorie e di sport di base possono essere svolte presso centri e circoli sportivi esclusivamente all’aperto senza l’uso degli spogliatoi, fermo restando il rispetto del distanziamento sociale e senza alcun assembramento. Pertanto, sempre all’aperto, sarà possibile solo svolgere a livello individuale gli allenamenti e le attività sportive di base, che il decreto del ministro dello sport del 13 ottobre 2020 individua fra gli sport da contatto. Gli allenamenti per sport di squadra, parimenti, potranno svolgersi in forma individuale, all’aperto e previo rispetto del distanziamento”.
  • Attività teatrale o spettacolare: sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico e restano chiuse le sale della comunità e cinematografiche.
  • Feste, sagre e mercatini: sono vietati.
  • Bar dell’oratorio: è consentita solo l’attività di consegna entro le 22 e di asporto entro le 18. I bar dei circoli rimangono chiusi.
  • Gite: solo nel territorio comunale e in giornata.
  • Pernottamenti e campi invernali: non sono consentiti.
  • Concessione di spazi: possibile la concessione di stanze per riunioni inderogabili, non possibile la concessione per feste o incontri non necessari.
ALLEGATI
Aggiornamenti DPCM 14 gennaio 2021_ Comunicato completo
[Allegato in formato ]
Sacramenti ICFR
[Allegato in formato ]

CONDIVIDI

I nostri canali Social

Seguici su

ISCRIVITI ONLINE Area download Eventi segnalati