TORNA INDIETRO
aggiornato il 13 Ottobre 2021

Un nuovo dialogo

Sabato 6 novembre, Duomo di Milano

A Milano, in Duomo, il 6 novembre 2021, duecento giovani si confronteranno con i Vescovi sui temi della vocazione, del lavoro, dei riti, degli affetti, dell’ecologia, dell’intercultura e della pastorale giovanile.

Avete mai pensato cosa direste a un Vescovo, ad averne la possibilità?

Un’opportunità importante sarà l’incontro con i giovani che i Vescovi hanno scelto di proporre per il prossimo novembre.

Sono ancora forti le risonanze della “Christus Vivit”, l’esortazione apostolica di Papa Francesco successiva al Sinodo dei Vescovi sul tema «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale», con slanci e aperture ancora da affrontare. È in questa eco che si concretizza un percorso nuovo, che unisce tutte le Diocesi di Lombardia e ci accompagnerà alla meta della Giornata Mondiale della Gioventù di Lisbona, nel 2023.

L’evento straordinario porta la data del 6 novembre 2021 in Duomo a Milano.
Segnerà l’inizio di un percorso di rinnovamento della Pastorale Giovanile lombarda: i giovani saranno i veri protagonisti di tale riflessione.

Ma cosa potranno fare i giovani? Duecento giovani, in rappresentanza delle dieci Diocesi della Lombardia, potranno confrontarsi per raccontare le loro esperienze e le questioni della vita, attraverso i “sentieri” tracciati dalla “Christus Vivit”, macro-aree tematiche, per ascoltare il vissuto dei giovani e valorizzare il bene che custodiscono dentro di sé:

 

Vocazione e Lavoro

Cosa fate per vivere? La parola “vocazione” è considerata ancora attuale dai giovani? 

In un contesto sociale in rapidissima trasformazione, certe domande incoraggiano a riconoscere il proprio posto nella vita, secondo la propria originalità. «Abbi la certezza che, se riconosci una chiamata di Dio e la segui, ciò sarà la cosa che darà pienezza alla tua vita» (Christus Vivit, n.276)

 

Intercultura

Come le appartenenze possono non diventare pregiudizi? Come una società può crescere nel rispetto e nell’integrazione di culture differenti? 

Siamo chiamati al passaggio da società multiculturali a interculturali, a partire dalle nostre comunità.

 

Gli affetti, la vita e il dono di sé

Quale importanza hanno gli affetti nel vostro progetto di vita? Cosa significa “amare sul serio”? 

«Vi chiedo di essere rivoluzionari, vi chiedo di andare controcorrente; sì, in questo vi chiedo di ribellarvi a questa cultura del provvisorio, che, in fondo, crede che voi non siate in grado di assumervi responsabilità, crede che voi non siate capaci di amare veramente» (Christus Vivit, n.264)

 

L’ecologia

Quanto vi sta a cuore la sfida della custodia del Creato? Quanto i giovani vogliono essere protagonisti attivi di una nuova cultura ecologica, costruita su una solidarietà universale? 

Avere cura della “casa comune” è l’unico modo per proteggere il mondo in cui viviamo e assicurare un futuro al nostro pianeta: un nuovo modello sociale, più sostenibile e con meno squilibri.

 

I riti

Quale valore hanno i riti per voi giovani? Quali riti ritenete significativi e attuali per la vostra vita?

Riti di passaggio, riti di gruppo, riti liturgici: sono più diffusi di quanto si avverta ed esprimono la visione del mondo.

 

PER RIMANERE AGGIORNATO SULL’EVENTO:
Rimani aggiornato seguendo il canale Instagram del Centro Oratori Bresciani
(@centrooratoribresciani)

Per informazioni: giovanievescovi@odielle.it

 

Il logo

Due realtà che si incontrano ed entrano in relazione: Giovani e Vescovi.

Il logo Due realtà che si incontrano ed entrano in relazione: Giovani e Vescovi.
Un segno distintivo che caratterizzerà il percorso di avvicinamento e risonanza dell’incontro del 6 novembre. I colori, già immediatamente, permettono di riconoscere due delle sfumature principali di quest’iniziativa: il porpora viola (a richiamare l’abito talare dei Vescovi) e il verde (simbolo di speranza, futuro, crescita, per i giovani). Dal loro dialogo nasce un fiore, con un pistillo costituito da cinque stami, riferiti ai “sentieri” di vita lungo i quali si svilupperà il dialogo. Un fiore che giungerà a maturazione con il frutto di una nuova Pastorale Giovanile.

 

 

 

 


CONDIVIDI
ISCRIVITI ONLINE Area download Eventi segnalati