TORNA INDIETRO
aggiornato il 24 Settembre 2021

Indicazioni per l’inizio delle attività educative

Le disposizioni del Vicario Generale circa l'utilizzo del Green Pass

Ecco le norme che riguardano le Parrocchie e gli Oratori bresciani fino al 31 dicembre p.v., salvo modifiche normative (aggiornamento al 20 settembre 2021).

In fondo alla pagina trovi il comunicato completo del Vicario Generale circa la regolamentazione delle attività pastorali, in seguito agli aggiornamenti relativi al DL del 6 agosto e del DL del 17 settembre che suggeriscono nuove attenzioni circa il contenimento del virus da Covid-19 e l’implementazione del Green Pass.

Si ricorda che il “Certificato Verde” (green pass) deve essere mostrato da tutti i cittadini di età superiore ai 12 anni e ne sono esentati «i soggetti che hanno idonea certificazione medica».

  • I ministri ordinati, responsabilmente vincolati dal Vescovo alla vaccinazione, sono obbligati a trovarsi in una delle tre condizioni necessarie per ottenere un “Green pass” in corso di validità nel momento in cui visitano gli ammalati o tengono incontri di catechismo o prendono parte ad altre attività educative gestite dalla Parrocchia.
  • S. Messe e Funerali: i fedeli potranno partecipare nelle chiese alla S. Messa, alla celebrazione dei sacramenti, ai funerali, ai rosari, alle celebrazioni penitenziali e di preghiera. Per il dettaglio sulle S. Messa, Processioni, Cori, Funerali e Veglie si veda: aggiornamento Celebrazioni al 12 luglio. Venga mantenuto il controllo degli accessi e la sanificazione delle mani come da prassi consolidata. Continua la regolare igienizzazione degli oggetti e dei luoghi dopo ogni celebrazione.
  • Capienza luoghi di culto: resta il distanziamento a un metro e l’obbligo della mascherina. È possibile derogare, in caso di spazio, al numero massimo di 200 persone. I congiunti possono stare vicini.
  • La visita agli ammalati da parte di consacrati e dei ministri straordinari della comunione potrà essere effettuata solo con “Green Pass” in corso di validità. Si manterrà l’attenzione alle consuete norme di sicurezza: igienizzazione delle mani; comunione sulla mano (salvo eccezioni dettate dalle condizioni di salute del malato), nella stanza ci siano meno persone possibili e tutti indossino sempre la mascherina. Per amministrare il sacramento dell’unzione dei malati si usi un batuffolo di cotone. La visita ai fedeli in pericolo di morte in circostanze di urgenza, qualora non fosse possibile ottemperare a quanto stabilito, è comunque consentita.
  • Celebrazione dei Sacramenti: possono essere celebrati con l’applicazione scrupolosa dei protocolli ad hoc.
  • Il sacramento della Riconciliazione: i preti continuino a prestarsi per questo, mettendo in atto le debite precauzioni (spazi ampi e arieggiati, riservatezza, distanza e utilizzo della mascherina per il penitente e il confessore). L’uso dei confessionali va valutato con attenzione tenuto conto dell’ampiezza e del ricambio dell’aria. È buona cosa porre una barriera in plexiglass tra il ministro e il penitente.
  • Educatori, catechisti, operatori pastorali: (ad eccezione di coloro che ne sono esentati «in quanto in possesso di idonea certificazione medica») per prestare il proprio servizio educativo devono trovarsi in una delle condizioni che permettono di possedere il “Green Pass” in corso di validità (vedi scheda ad hoc sul Green Pass).
  • Catechesi, riunioni e incontri: le riunioni e gli incontri possono essere effettuati (si veda Protocollo aule). I corsi di formazione sono possibili anche in presenza. Si raccomanda attenzione alle situazioni di accesso e uscita di ragazzi e adulti. Per congressi e convegni è possibile l’accesso solo per coloro che sono muniti di “Green Pass” (si veda scheda ad hoc sulla catechesi).
  • Le veglie funebri nelle abitazioni e nelle case del commiato possono essere riprese mantenendo tutte le precauzioni circa il distanziamento, l’uso dei dpi e la sanificazione.
  • Apertura dell’oratorio: sono possibili l’apertura del cortile (con adeguata custodia) e l’accesso per incontri o riunioni definite, come da indicazioni riportate (protocollo Cortile aggiornato).
  • Coristi: possono svolgere il servizio di coristi e cantori solo coloro che sono in possesso di “Green Pass” in corso di validità. Indipendentemente dal numero, dovranno mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro lateralmente e almeno 2 metri tra le eventuali file del coro, dagli altri soggetti presenti e dall’assemblea liturgica (le distanze possono essere ridotte ricorrendo a barriere fisiche, anche mobili, adeguate a prevenire il contagio tramite droplet). La mascherina dovrà essere indossata durante la celebrazione ma potrà essere tolta durante il canto. Si raccomanda di tenere un registro delle presenze dei cantori sia per le prove che per le celebrazioni.
  • Attività educativa per minori: può essere svolta per tutti i minori (bambini, ragazzi, adolescenti) anche in forma di laboratori, nella logica del distanziamento, dei piccoli gruppi e secondo i protocolli già in essere, privilegiando gli spazi all’aperto (si veda protocollo aule).
  • Bar dell’oratorio: l’attività di somministrazione del bar (ed eventualmente di ristorazione) è consentita all’aperto e al chiuso con consumo al tavolo è consentita solo al tavolo e previa richiesta di Certificazione Verde (si veda protocollo bar per le modalità di organizzazione della somministrazione di alimenti e bevande). Anche l’accesso alla sala giochi è subordinato all’esibizione del “Green Pass” mantenendo mascherine e regole di distanziamento. L’eventuale attività di ristorazione (produzione e somministrazione di cibo) al chiuso
  • Attività sportiva: nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. L’attività sportiva in luoghi chiusi (allenamenti o partite) è possibile mostrando il “green pass” all’accesso; la partecipazione del pubblico a manifestazioni sportive è limitata ai soggetti muniti di Certificazione Verde; la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 25 per cento al chiuso (si veda il “Protocollo Impianti sportivi” aggiornato).
  • Attività teatrale, cinematografica e spettacolare: la partecipazione a spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all’aperto, sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale. L’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Certificazione Verde. In zona bianca, la capienza consentita non può essere superiore al 30/50 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 25/30 per cento al chiuso nel caso di eventi con un numero di spettatori superiore rispettivamente a 5.000 all’aperto e 2.500 al chiuso. Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida vigenti (allegato 27 del DL) compreso il divieto di vendita di cibo e bevande, anche tramite distributori automatici, e di consumazione di cibo in sala e nei punti di ristoro interni alla struttura. Restano sospesi gli spettacoli aperti al pubblico quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni riportate qui sopra.
  • Concessione di spazi: possibile la concessione di stanze per riunioni ed incontri, si sconsiglia la concessione per feste private.
  • Fiere e sagre: è possibile prevedere sagre o fiere anche con somministrazione di alimenti e bevande. All’accesso sarà richiesto il “Green Pass”, in varie postazioni devono essere disponibili dispenser igienizzanti e adeguata cartellonistica informativa. Deve essere identificato un numero massimo di presenze in relazione alle dimensioni dell’ambiente. È necessario evitare assembramenti, il servizio di somministrazione di alimenti e 3 bevande avviene solo per coloro che sono seduti ai tavoli. Tutti i partecipanti saranno dotati di mascherina e manterranno la distanza interpersonale di un metro. Non sono consentiti balli.
  • Gite: possibili nel rispetto delle norme sugli spostamenti. Si raccomanda di verificare precedentemente alla gita le situazioni che necessitano di Green Pass (ingressi a musei o mostre, pranzo insieme, pullman etc.)
ALLEGATI
Scarica gli Aggiornamenti del Vicario Generale del 18 settembre 2021
[Allegato in formato ]
Scarica l'Allegato 1 - Partecipazione percorso catechistico minorenni 2021-2022
[Allegato in formato ]
Scarica l'Allegato 2-Patto di responsabilità
[Allegato in formato ]
Scarica l'Autodichiarazione sulle condizioni di salute per prestare servizio in parrocchia
[Allegato in formato ]

CONDIVIDI
ISCRIVITI ONLINE Area download Eventi segnalati