TORNA INDIETRO
aggiornato il 18 Settembre 2021

Introduzione del “Certificato Verde”

Alcune indicazioni pratiche

Di seguito alcune indicazioni riguardo all’introduzione del “Certificato Verde”: le norme sono valide fino al 31 dicembre p.v., salvo modifiche.

Si ricorda che il “Certificato Verde” (green pass) deve essere mostrato da tutti i cittadini di età superiore ai 12 anni e ne sono esentati «i soggetti che hanno idonea certificazione medica».

 

1. Chi e quando può ottenere la certificazione verde (green pass)?

La Certificazione Verde può essere ottenuta:

    • in zona bianca dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino;
    • in zona gialla, arancione o rossa dopo 15 giorni dalla seconda dose di vaccino (validità 9 mesi)
    • con un certificato di guarigione (validità sei mesi)
    • con un test molecolare o antigenico o salivare con esito negativo (nelle 48 ore precedenti).

 

2. Chi e come deve effettuare i controlli?

I titolari o i gestori dei servizi e delle attività per i quali è introdotto l’obbligo del certificato verde devono verificare il possesso di idonea certificazione. Tale controllo deve avvenire mediante la lettura del codice a barre bidimensionale, utilizzando esclusivamente l’applicazione VerificaC19, da installare su un qualunque dispositivo mobile (con download da Play Store di Google e da Apple Store) e funzionante anche senza connessione Internet continua. Essa consente unicamente di controllare l’autenticità, la validità e l’integrità della certificazione, e di conoscere le generalità dell’intestatario, senza rendere visibili le informazioni che ne hanno determinato l’emissione.

Tra i soggetti abilitati ai controlli figurano:

  • il personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi per le quali è richiesta la certificazione;
  • i titolari delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi per l’accesso ai quali è prescritto il possesso di certificazione verde, nonché i loro delegati.
  • il proprietario o il legittimo detentore di luoghi o locali presso i quali si svolgono eventi e attività per partecipare ai quali è prescritto il possesso di certificazione verde, nonché i loro delegati.

I soggetti delegati sono incaricati con atto formale recante le necessarie istruzioni sull’esercizio dell’attività di verifica. Non sono ancora note, invece, le modalità di verifica della certificazione medica di esenzione dall’obbligo della certificazione verde. Esse saranno stabilite con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

 

Scarica il documento di delega per la verifica delle “Certificazioni verdi” COVID-19 e l’autodichiarazione per prestare servizio in parrocchia in fondo alla pagina.

 

 

ALLEGATI
Scarica l'Autodichiarazione sulle condizioni di salute per prestare servizio in parrocchia
[Allegato in formato ]
Delega per il controllo del Green Pass
[Allegato in formato ]

CONDIVIDI
ISCRIVITI ONLINE Area download Eventi segnalati