DI BUON MATTINO Le nostre tende intorno alla Tua

Intorno alla Sua tenda… inizia il viaggio dell’itinerario oratoriano 2020/21 e la Sua tenda viaggia con noi.

La tenda, simbolo di flessibilità, capacità di mettersi in gioco e riprogettare, segno del viaggio che inizia: un viaggio che ha il sapore del Vangelo. Sulla scorta della Lettera pastorale del vescovo Pierantonio abbiamo individuato i cinque picchetti necessari perchè la tenda possa essere sicura: il tempo, il limite, il corpo, la comunità e l’ambiente. Sono cinque punti prospettici che ci consentono di rileggere l’esperienza del virus appena vissuta nei nostri paesi e nella città e le sue conseguenze. Intorno a questi picchetti stringeremo i nostri nodi: corrispondono alle attenzioni che vorremmo proporre nelle sei tappe dell’anno oratoriano perchè la rilettura di quanto vissuto possa offrire indicazioni utili per la vita futura delle nostre comunità educative.

Scarica il manifesto dell’anno oratoriano cliccando QUI

SCOPRI LE TAPPE

Materiale pastorale

Dove trovi la modulistica e i documenti necessari per le attività dell’oratorio e di catechesi

VAI ALL’ARCHIVIO

LE TAPPE

Sarà un inizio in tenda, nel quale il centro dovrà essere orientato alla ritessitura dei legami

Inizia un nuovo anno pastorale, da affrontare con grande capacità di adattamento, disponibilità al cambiamento, desiderio di fare senza preoccupazioni di risolvere e definire in modo preciso, già in fase progettuale, tutto quello che sarà e potrà essere. Servirà un po’ di quella incompletezza, tanto cara a papa Francesco: “Dio è il semper maior, il Dio che ci sorprende sempre. Per questo dovete essere [uomini] dal pensiero incompleto, cioè aperto e non chiuso e rigido. La vostra fede apra il vostro pensiero. Fatevi guidare dallo spirito profetico del Vangelo, per avere una visione originale, vitale, dinamica, non ovvia. E questo specialmente oggi!”.

I punti di attenzione:
– Ritessere i legami con i bambini, ragazzi e famiglie;
– Progettare un anno con disponibilità al cambiamento e alla provvisorietà;
– Rendere i nostri ambienti luoghi di comunione e di ripartenza;
– Attivare luoghi di pensiero e protagonismo giovanile oltre l’oratorio e la parrocchia: il cammino delle Agorà.

Scarica il pdf con i suggerimenti per bambini e ragazzi per l’inizio dell’Anno Oratoriano cliccando QUI

Scarica la proposta per il mandato ai catechisti ed agli educatori cliccando QUI

Scarica la proposta con l’attenzione missionaria cliccando QUI

Il periodo dell’Avvento è da sempre occasione per gustare il senso dell’attesa, per scoprire il valore del tempo.

“Dare priorità allo spazio porta a diventar matti per risolvere tutto nel momento presente, per tentare di prendere possesso di tutti gli spazi di potere e di autoaffermazione. Significa cristallizzare i processi e pretendere di fermarli. Dare priorità al tempo significa occuparsi di iniziare processi più che di possedere spazi. Il tempo ordina gli spazi, li illumina e li trasforma in anelli di una catena in costante crescita, senza retromarce. Si tratta di privilegiare le azioni che generano nuovi dinamismi nella società e coinvolgono altre persone e gruppi che le porteranno avanti, finché fruttifichino in importanti avvenimenti storici. Senza ansietà, però con convinzioni chiare e tenaci”.

I punti di attenzione:
– Attesa, desiderio, lettura vocazionale di questo tempo;
– L’inizio del catechismo, come fare?;
– Riflettere sul bisogno di legami/relazioni/comunità emerso durante il lockdown in parallelo alle spinte verso l’individualità, la difficoltà di prendersi responsabilità nei confronti degli altri.

Vai alla pagina “Avvento 2020: idee, strumenti, esperienze” cliccando QUI

Vai alla pagina “Avvento 2020 – bambini e famiglie” cliccando QUI

Vai alla pagina “Avvento 2020 – preadolescenti” cliccando QUI

Vai alla pagina “Avvento 2020 – adolescenti” cliccando QUI

Vai alla pagina ” Avvento 2020 – giovani” cliccando QUI

Vai alla pagina “Avvento 2020 – preti, educatori e guide” cliccando QUI

Vai alla pagina “Avvento 2020: i sussidi” cliccando QUI

Vai alla pagina “Starlight 2020″cliccando QUI

Tenda deve la sua etimologia proprio alla parola tendere, andare verso, uscire alla ricerca dell’oltre e dell’altro.

Il mese di gennaio sarà l’occasione per riflettere su entrambi i significati di limite, a partire dal Messaggio del Santo Padre per la Giornata per la Pace, per giungere alla tradizionale settimana educativa dell’oratorio. In quel contesto l’invito è riflettere a livello di comunità sui limiti e le possibilità del fare comunità oggi.

I punti di attenzione:
– Un pensiero da sviluppare e riprogettare: l’informalità e il tempo non strutturato in oratorio.
– Riflessione nella comunità educativa dell’oratorio: siamo gli uni nelle mani degli altri, come ricostruire le nostre comunità a partire dalla corresponsabilità e dall’impegno?
– Rilancio della Agorà dei Giovani: quali sono costituite, come iniziare a camminare insieme?

"Ritornate a me con tutto il cuore”, cioè ritornate a me con tutto voi stessi, con la mente e con il corpo.

La Quaresima sarà occasione per rileggere tutto ciò che ci manca della fraternità (gesti, abbracci, vicinanza fisica), rivedendo in chiave eucaristica il nostro essere Chiesa, secondo le parole di padre Tomas Spidlik: “C’è una grande attesa per la manifestazione di una Chiesa eucaristica… Oggi non interessano più a nessuno le opere, fossero pure geniali, grandiose, ma fatte in modo individualistico. Oggi la gente è interessata a quell’opera che fa vedere belle le persone, perché sono persone che si amano”.

I punti di attenzione:
– Valorizzare la dimensione famigliare della catechesi e della preghiera;
– Rileggere in chiave eucaristica il nostro essere comunità ecclesiale.

Il tempo pasquale vedrà le comunità cristiane bresciane impegnate nel rinnovo degli organismi di comunione.

Le tante anime della primissima comunità degli amici di Gesù trovano modi diversi per elaborare la sua perdita. Ed è lì, proprio nel luogo che avrebbe dovuto segnare la fine di ogni fine, che le donne trovano la risposta inattesa: “Non è qui,
è risorto!” La comunità nasce anche da questo: dal trovare risposte insieme, magari provando strade inesplorate, con la leggerezza della tenda e l’insistenza della passione per la vita e per gli altri.

I punti di attenzione:
− Rinnovo dei Consigli pastorali e dei Consigli dell’oratorio: per essere comunità corresponsabili;
− Riflessione sui nostri oratori oggi: quali modalità di guida e di coordinamento li rendono sostenibili e mantengono forte l’intenzione educativa ed evangelizzante?
− Sulla scorta dei nuovi Consigli di oratorio: mantenere i legami con le parrocchie vicine e l’ufficio diocesano.

Là pose una tenda per il sole che esce come sposo dalla stanza nuziale

Ritorna nel periodo estivo l’attenzione all’ambiente sottolineata da papa Francesco nella “Laudato sii” e che il tempo del Covid ci ha mostrato come prioritaria. Nei nostri oratori il tempo estivo si caratterizza per la progettazione e la realizzazione delle attività a favore di bambini, ragazzi e adolescenti: è un tempo educativo per eccellenza, soprattutto nei confronti degli adolescenti impegnati nel servizio ai più piccoli.

I punti di attenzione:
− Preparazione dell’estate: progettualità dei Grest, nuove modalità di presenza educativa;
− Inizio dei Grest e Campi Estivi;
− Un’estate sostenibile: ecologia dell’ambiente e delle dimensioni educative;
− Proposte per giovani: pellegrinaggi, missione, campi servizio.

I nostri canali Social

Seguici su

ISCRIVITI ONLINE Area download Eventi segnalati